Il bibliotecario di Apmar

«Quante parole vane, quanti proclami inutili in quelle pagine? Di quanti tomi è meglio la pelle conciata o la carta pressata, che l’intero contenuto, di cui neppure una parola, a volte, si salva?

Credete forse, mio buon signore, che negli arzigogoli dei trattati più pomposi e degli studi più eruditi si nasconda un solo briciolo di verità?

Suvvia, che state cercando, ditemi…»

YuriBiblio3«I miei occhi hanno ammirato arabeschi d’inestimabile perfezione e inchiostri fini della miglior qualità, capaci d’imprimere segni d’inusitata eleganza perfino sulle carte più scadenti. Ho veduto colori cangianti illuminati dalle più fini lastre d’oro.

Sono questi che volete?»

YuriBiblio1«Calcoli arditi e computi siderali, del tutto incomprensibili ed inutili ai più, affollano le pagine dei libri che vede. Ma non sono che vane esibizioni di tronfia ignoranza, dietro cui si nascondono uomini piccoli e deboli, che inseguono il nulla. Soddisfano forse le sue richieste?»

«Può cercare, cerchi fino a morirne, se vuole. Non è in quelle pergamene che troverà anche un sol barlume di verità. Scartabelli piuttosto, tra quelli piccoli e invisibili che nessuno legge, tra quelli vergati con mano tremante per la venerazione di ciò che si scrive, cerchi tra quelli di carta povera e usata, ma custoditi amorevolmente come un fratello o una sorella o uno strumento di lavoro».

YuriBiblio2«Se me lo permettete, avrei l’ardire di suggerirvi, ancor più, di non cercare neppure tra quei libri. Se è la verità vera ciò che volete, non è in ceppi che la potete trovare intatta. Andate via di qua, volgete la schiena ad ogni singolo libro e fate un gran rogo di quelli che, per fortuna vostra, forse possedete nella vostra casa».

«Uno solo è il libro che dovete leggere, se ne siete capace. Fidatevi di me. Di un tale libro ogni roccia, albero e ruscello è una pagina da voltare; ogni cristallo, fiore e stella una parola su cui meditare. Leggete quello! Leggete quello soltanto!».

Francesco
Francesco Teruggi. Scrittore e ricercatore indipendente. Direttore delle collane "Malachite" e "Topazio" presso Giuliano Ladolfi Editore. Autore del saggio divulgativo "Il Graal e La Dea" (2012), del travel book "Deen Thaang - Il viaggiatore" (2014), dell'Ebook "Militum Christi - Templari, Cavalieri di Malta, ospitali, Madonne e sacralità antica tra novara e l'Ossola" (2014); co-autore del saggio "Mai Vivi Mai Morti". Presidente dell'Associazione Culturale triaSunt. Addetto Culturale S.O.G.IT - soccorso Ordine S. Giovanni Italia.
---
FONDATORE DI GRIOTS - STORIE SOTTO I BAOBAB
Francesco on FacebookFrancesco on GoogleFrancesco on LinkedinFrancesco on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*