I dinosauri del Führer

Quanti sanno che la scienza “razziale” nazista nacque tra le zampe dei mastodontici mostri giurassici del Museo di Storia Naturale di New York? Quanti sanno che gli stessi dinosauri ispiratori di Jurassic Park e delle teorie sulla clonazione, furono gli inconsapevoli mentori di una delle più terribili pagine dell’intera storia umana?

DinoHitler3

Era il lontano 1932, un giorno di Agosto. Tra le mura della prestigiosa istituzione si svolse il terzo Congresso mondiale di Eugenetica.

DinoHitler2

Durante l’evento, l’allora presidente della Società di Eugenetica ed eminente biologo Charles Davenport, presentò il suo successore designato: Ernst Rüdin.Psicologo di origini svizzere e direttore dell’Istituto Kaiser Wilhelm per l’Antropologia, l’Eugenetica e l’Eredità Umana di Monaco di Baviera, un anno più tardi sarebbe stato posto a capo della Societa per l’Igiene Razziale, alle dirette dipendenze di Himmler.

Si ristabiliva così la preponderanza filosofica e morale della Rassenhygiene, l’ “igiene razziale dei popoli bastardizzati” nella politica hitleriana che avrebbe portato alla Seconda Guerra Mondiale, ai campi di sterminio e alle terribili nefandezze naziste.

DinoHitler5

All’entrata del museo, tra le zampe scheletriche dei dinosauri, campeggiavano all’epoca i busti marmorei di Darwin e del suo degno cugino Galton, entrambi sostenitori dell’eugenetica. L’inventore della teoria evoluzionistica di cui tanto tessiamo le lodi, infatti, non aveva dubbi: “Mentre tra i selvaggi i deboli di corpo sono prontamente eliminati, noi civilizzati facciamo ogni sforzo per arrestare il processo di eliminazione: costruiamo ospedali per gli idioti e gli infermi, emaniamo leggi per soccorrere i poveri”.

DinoHitler1

Quell’anno, al Natural History Museum di New York, nacque ufficialmente ciò che il cugino di Darwin e suo ammiratore, Francis Galton, aveva chiamato “scienza politica, atta a salvaguardare le classi più dotate”. Con Galton l’ “Evoluzione delle Specie era diventata una teoria socio-politica. Meno di un anno più tardi avrebbe trovato il suo materiale esecutore e realizzatore nel Führer dei tedeschi.

Francesco
Francesco Teruggi. Scrittore e ricercatore indipendente. Direttore delle collane "Malachite" e "Topazio" presso Giuliano Ladolfi Editore. Autore del saggio divulgativo "Il Graal e La Dea" (2012), del travel book "Deen Thaang - Il viaggiatore" (2014), dell'Ebook "Militum Christi - Templari, Cavalieri di Malta, ospitali, Madonne e sacralità antica tra novara e l'Ossola" (2014); co-autore del saggio "Mai Vivi Mai Morti". Presidente dell'Associazione Culturale triaSunt. Addetto Culturale S.O.G.IT - soccorso Ordine S. Giovanni Italia.
---
FONDATORE DI GRIOTS - STORIE SOTTO I BAOBAB
Francesco on FacebookFrancesco on GoogleFrancesco on LinkedinFrancesco on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*